Visualizzazione post con etichetta giugiaro e il suo percorso. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta giugiaro e il suo percorso. Mostra tutti i post

martedì 29 novembre 2016

Un Giugiaro inedito al Museo di Torino



E' impensabile raccontare la storia dell’automobilismo moderno senza parlare di uno degli uomini che più di tutti l’ha segnata con il suo genio creativo. Ci riferiamo a Giorgetto Giugiaro, icona del car design che ha dato forma ad oltre 200 vetture - dalle utilitarie più spartane a sportive mozzafiato e concept car - e ha saputo fondere una forte vena artistica con una rigorosa cultura ingegneristica. Fino al 26 febbraio 2017, il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino celebra lo stilista piemontese nella mostra “Giugiaro e il suo percorso”, curata da tre personalità del mondo automotive: il giornalista Giosuè Boetto Cohen, lo storico dell’auto Giuliano Molineri e il direttore del Mauto Rodolfo Gaffino Rossi.

mercoledì 16 novembre 2016

"Giugiaro e il suo percorso" al Mauto



Giorgetto Giugiaro non ha certo bisogno di presentazioni. Basta ricordare la sua nomina a Car designer del secolo, oppure i sei Compasso d'Oro, le tre Auto dell'Anno da lui disegnate, i due Volanti d’Oro. Da mezzo secolo il pubblico dei saloni internazionali sogna davanti alle concept-car dello stilista piemontese, che dal 25 novembre 2016 al 26 febbraio 2017 il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino celebra nella mostra “Giugiaro e il suo percorso”.
Se le oltre 200 vetture uscite dalla sua matita – dalle utilitarie più spartane alle sportive mozzafiato – sono diventate icone a quattro ruote, la chiave interpretativa del percorso che Giosuè Boetto Cohen e Giuliano Molineri, giornalisti e storici dell’auto, insieme a Rodolfo Gaffino Rossi, direttore del Museo, hanno disegnato è il tentativo di raccontare chi è Giorgetto Giugiaro, da dove viene, le sue emozioni di ragazzo, cosa gli riusciva bene, cosa sognava, quanto deve alla sua famiglia, ai maestri, ai collaboratori. E, soprattutto, come – grazie alla forza e alla concretezza delle idee - è riuscito a trovare la sua strada, a far fruttare il talento e l’orgoglio trasmettendo lo spirito di squadra a centinaia di maestranze.