Visualizzazione post con etichetta citroen. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta citroen. Mostra tutti i post

lunedì 3 dicembre 2018

AVVENTURA SEMISERIA DI UNA DYANE IN FRANCIA, TRA GENDARMI, GIUBBOTTI GIALLI E MERCATINI (DI NATALE E DI ROTTAMI)...

La semplicità è il suo forte: alé Citroen Dyane!
Mi chiamo Dyane e ho appena compiuto quarant’anni. Sono di origine francese ma ho sempre vissuto in Italia. Lavoro nella filiale italiana della Citroën (va beh, oggi si chiama Gruppo PSA, ma io preferisco ricordarla alla vecchia maniera) e ogni tanto mi danno una bella lucidata per far fare bella figura alla mia azienda: sono molto orgogliosi della mia storia e del mio successo. Spesso mi affidano ai giornalisti, com’è successo la scorsa settimana. A volte càpito in mano a dei giovanotti che mi strapazzano un po’ troppo allegramente, così abituati a guidare quelle noiose auto moderne così perfette e che vogliono fare tutto da sole. Ma questa volta è andata meglio...

sabato 3 novembre 2018

LE SFIDE MINI-DS, DAL RALLYE DI MONTE-CARLO ALLA LONDON-SIDNEY

La Citroën DS di Bianchi-Ogier alla London-Sidney 1968. 

Celebre il caso del Rallye di Monte-Carlo 1966, quando le Mini della BMC che si erano aggiudicate i primi tre posti furono squalificate a causa dei proiettori anteriori che montavano lampade non regolari, a tutto vantaggio della squadra Citroën che piazzò sette DS 19 e 21 tra i primi venti equipaggi, inclusa la vettura vincitrice con i finlandesi Toivonen e Mikkander.

giovedì 11 ottobre 2018

LA CITROEN 2CV HA ISPIRATO LA CREAZIONE DI UNA 2RUOTE SPECIAL

Il designer di South Garage al lavoro sulla moto-2CV.

Presentata al pubblico nel 1948 e progettata per soddisfare le esigenze di una clientela prevalentemente contadina che non aveva mai posseduto un’automobile, la Citroën 2CV è stata subito un grande successo, diventando la vettura ideale anche per le famiglie e per i giovani. Un’auto che ben presto ha rappresentato uno stile di vita: “ceci n’est pas un voiture, c’est un art de vivre”. L’originalità del progetto della Citroën 2CV permette ancora oggi ad ogni proprietario di utilizzarla come gli suggerisce la fantasia. La versatilità della 2CV le permette di trasformarsi di volta in volta in tante auto differenti. Non stupisce quindi se adesso essa stessa diventa fonte di ispirazione di una moto!